L’ALBERO DELLA CUCCAGNA
Description

L’ALBERO DELLA CUCCAGNA

“L’albero della cuccagna” è un gioco popolare in cui i partecipanti devono cercare di prendere dei premi posti in cima ad un palo solitamente ricoperto di una sostanza che rende difficile l’arrampicata da parte dei concorrenti. In questo caso, la difficoltà dell’arrampicata è data dalla presenza di situazioni e personaggi che simboleggiano il degrado morale della società attuale. Il video parte dall’inquadratura di una roccia sulla quale un amorino, metà rapace e metà uomo, è disteso ai pie- di di un cervo. Dal cervo, iconograficamente legato alla fecondità, si ramifica l’albero di metafore, un mashup di sensazioni trasmutate in pensiero visibile. Il carico della nostra comodità grava sulle spalle del prossimo, costretto a sopportare questo peso senza avere la possibilità di privarsene, mentre noi ci impegniamo a tirare fuori ideologie ammuffite dietro le scrivanie lerce di molti pensatori. Lupi in agguato perlustrano la zona per tenere lontano chiunque abbia intenzione di portare luce in questo marasma e adesso che gli ettari strappati ai popoli più sinceri sono stati rinsecchiti dalla nostra ingordigia, ci si può ritrovare a vivere l’adolescenza infinita attraverso maschere virtuali la- sciando fuori l’insensata voglia di sovvertire l’intero sistema naturale. In una società liquida, dove anche i Poli tendono a liquefarsi, riscalda- ti dall’intenso sviluppo tecnologico e dall’abbandono dello spirito, le uniche speranze rimangono aggrappate ai mezzi per lo sfruttamento delle energie rinnovabili. Masse confuse si muovono verso nuove cattedrali del consumo, rimanendo folgorati dal vedere la realtà riflessa sul display di uno smartphone. La massa non si accorge del muro che la imprigiona perché nella nostra dimensione i muri mentali prendono corpo, separando la specie umana per colore della pelle e luogo di nascita. Selfie e guerre scandiscono i giorni, la sensibilità delle pulsioni primarie è la base per la spettacolarizzazione drammatica delle nostre esistenze. Per “fortuna” la guerra si combatte sempre lontano dalle nostre case, in luoghi dove il grido non ha voce e la sofferenza ha spettatori insensibili. La vita diviene una partita a scacchi ancora aperta e non ci rimane che decidere se scegliere il bianco o il nero.

anno:2019

titolo: L’albero della Cuccagna

tecnica: animazione digitale

audio: Simone Grande

durata: 02:41 min

Info

  • Date : 04.03.2019